COVID AREA METROPOLITANA DI BARI. QUASI 300 CASI OGNI 100MILA ABITANTI

COVID AREA METROPOLITANA DI BARI. QUASI 300 CASI OGNI 100MILA ABITANTI

I 41 sindaci valutano comuni misure stringenti
Emiliano chiude le scuole fino al 6 aprile

Il dato rilevato dalla riunione del Comitato provinciale di ordine e sicurezza, convocato ieri dalla prefetta di Bari su richiesta del sindaco metropolitano Antonio Decaro, non lascia dubbi su una possibile terza ondata in atto in Puglia. Sono quasi 300 infatti i casi positivi per 100mila abitanti nell’area metropolitana di Bari. Hanno partecipato all’incontro forze dell’ordine, dirigenti Asl e tutti i sindaci della Città metropolitana. Dei 41 Comuni del territorio metropolitano barese più della metà supera la soglia limite dei 250 casi ogni 100 mila abitanti, con Acquaviva delle Fonti che, nella settimana dal primo al 7 marzo, ne registra in media 708,3/100.000. I 41 sindaci stanno valutato la possibilità di adottare altrettante ordinanze comunali, tutte uguali, con ulteriori prescrizioni che potrebbero imporre per le prossime settimane limitazioni all’asporto e agli orari di apertura delle attività commerciali. Intanto il presidente della Regione Michele Emiliano ha deciso ieri la chiusura delle scuole, di ogni ordine e grado fino al 6 aprile. Rimangono in presenza i laboratori e tutti gli alunni con bisogni educativi speciali e disabilità.
“In Puglia la curva epidemica è caratterizzata da una chiara ripresa dei contagi – si legge nella delibera – tale ripresa interessa attualmente tutte le fasce di età ma, rispetto alla metà del mese di febbraio, appare sostenuta prevalentemente da contagi nelle età scolari, nei giovani e negli adulti. I dati della sorveglianza scolastica mostrano un incremento in valori assoluti dei contagi tra gli studenti mentre il numero di nuovi positivi tra il personale scolastico appare in riduzione”.
Il presidente della Regione lascia inoltre ai sindaci la facoltà di chiudere piazze, strade e luoghi dove si potrebbe maggiormente creare assembramento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.