MODUGNO INTERESSATO NEL PROGETTO “RIGENER-AZIONI URBANE”

MODUGNO INTERESSATO NEL PROGETTO “RIGENER-AZIONI URBANE”

Uno dei progetti della Città Metropolitana candidata al bando “Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare”

Tre proposte, 39 interventi per un totale di 45 milioni di euro complessivi, 15 milioni per ogni progetto. La Città metropolitana di Bari ha presentato la propria candidatura al “Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare” promosso dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Finalizzato a riqualificare e incrementare il patrimonio residenziale sociale, rigenerare il tessuto socio-economico, incrementare l’accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici, migliorare la coesione sociale e la qualità della vita dei cittadini.
Modugno rientrerà nel terzo progetto, denominato “RigenerAzioni Urbane”. La proposta mira rispondere a specifici bisogni degli ambiti periferici delle città, mediante interventi diretti alla cura e al riequilibrio dei territori. Con la nostra Città anche i Comuni di Adelfia, Alberobello, Bitritto, Corato, Gioia del Colle, Giovinazzo, Locorotondo, Polignano a Mare, Rutigliano, Ruvo di Puglia, Santeramo in Colle, Toritto.

IL PROGETTO

Il progetto intende realizzare processi di riqualificazione integrando il risanamento del costruito anche sotto il profilo energetico, la riorganizzazione dell’assetto urbanistico, l’aumento dei livelli di accessibilità alla città e ai suoi servizi, la promozione dell’occupazione e dell’iniziativa imprenditoriale locale e azioni di contrasto all’esclusione sociale. Saranno interessate le associazioni del terzo settore e promossa la cittadinanza attiva. Rafforzare i legami comunitari e ad accrescere la responsabilità degli abitanti verso la città come bene comune da preservare per le nuove generazioni, gli obiettivi.

I DESTINATARI

I destinatari dei provvedimenti saranno i giovani, le mamme lavoratrici e l’infanzia. Incrementare i servizi per l’infanzia e l’adolescenza anche con riferimento al tempo extra-scolastico, favorire l’incontro con la domanda di lavoro qualificato e contribuire alla parità di genere nonché alla conciliazione dei tempi vita-lavoro per facilitare l’accesso all’occupazione da parte delle donne gli obiettivi.

I CONTENUTI

In particolare, si prevede:

  • il rafforzamento dei servizi all’infanzia, con le finalità specifiche di contrastare la povertà educativa, contribuire alla parità di genere nonché alla conciliazione dei tempi vita-lavoro, al fine di facilitare l’accesso all’occupazione da parte delle donne;
  • l’introduzione di misure per le fasce giovanili della popolazione insediata, attraverso l’introduzione di percorsi formativi per l’inclusione educativa, il rafforzamento dei percorsi di studio e delle skill.
LE PAROLE DEL SINDACO DECARO

Il sindaco dell’area metropolitana di Bari Antonio Decaro ha definito la candidatura come unitaria e condivisa ma che, nello stesso tempo, valorizza le specificità dei singoli Comuni dell’area metropolitana.
“Le tre proposte sono frutto di un lungo lavoro di analisi – afferma- Voglio ringraziare per questo lo staff della Città metropolitana che ha recepito in pieno questo spirito di collaborazione traducendolo in un vero e proprio metodo di lavoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.