IN QUARANTENA FIDUCIARIA, SORPRESI A RUBARE CAVI DI RAME. ARRESTATI

IN QUARANTENA FIDUCIARIA, SORPRESI A RUBARE CAVI DI RAME. ARRESTATI

Una coppia è stata sorpresa sul fatto. Lei, appena 18 anni, trovata positiva al Covid

Erano entrambi in quarantena preventiva, ma questo non gli ha impedito di compiere un furto di cavi di rame. Un 45enne, C.A, pluripregiudicato e sorvegliato speciale con obbligo di dimora in Bitonto, e una 18enne, V.E, sono stati scoperti in flagranza di reato dai carabinieri della compagnia di Modugno. È successo ieri mattina. I due, alle prime ore dell’alba, hanno raggiunto la linea ferroviaria Bari-Bitetto, che costeggia la S.P. 206, inutilizzata e cantierizzata.

Hanno tranciato e sfilato 12 matasse della lunghezza di 50 metri ciascuna, per un peso complessivo di oltre 220 kg di rame.
La refurtiva era stata appena caricata su un furgone quando, alle spalle dei due ladri, è sopraggiunta la pattuglia della Sezione Radiomobile di Modugno, che li ha fermati.
La successiva perquisizione veicolare ha consentito di rinvenire diversi attrezzi utilizzati per il taglio dei grossi cavi, materiale che è stato sottoposto a sequestro, così come il furgone, di proprietà del 45enne. La refurtiva è stata restituita alla ditta titolare del cantiere. L’uomo è stato arrestato per furto aggravato e per la violazione degli obblighi della sorveglianza speciale. La 18enne, positiva al Covd, accusata di furto aggravato e multata per aver violato le misure di prevenzione imposte anti-Covid19. Attualmente entrambi sono sottoposti agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.