MODUGNO SI RIFÁ IL LOOK. TOCCA ALLE RETI IDRICHE E FOGNARIE

MODUGNO SI RIFÁ IL LOOK. TOCCA ALLE RETI IDRICHE E FOGNARIE

Lavori in via Cesare Battisti

In città sono in corso i lavori di potenziamento e sostituzione delle reti idriche e fognarie (investimento Aqp da 4,3 milioni di euro) per rendere il servizio più efficiente e ridurre le forti perdite di carico che attualmente si generano in alcuni punti della città.

Da qualche giorno sono stati avviati i lavori in via Cesare Battisti, nei pressi dell’attraversamento ferroviario.

“Gli interventi costruttivi di via Cesare Battisti – ha spiegato Domenico Casanova, Responsabile del Procedimento della Direzione Ingegneria di Acquedotto Pugliese – sono di strategica importanza e rilevante complessità. I lavori prevedono il potenziamento della condotta idrica esistente, che alimenta gran parte dell’abitato di Modugno e la realizzazione di postazioni di misura e monitoraggio delle portate idriche in ingresso all’abitato. Con tali interventi costruttivi si completerà il programma costruttivo avviato nell’abitato da Acquedotto Pugliese e si doterà l’abitato di sistemi avanzati di controllo e monitoraggio della rete idrica”.

Inevitabili dei disagi ma si sta puntando a ridurre il tempo di intervento per far ripartire la viabilità.

“Sappiamo benissimo quali sono i disagi che in questi giorni i nostri concittadini stanno vivendo – ha detto il sindaco, Nicola Bonasia -. Nel corso di diversi incontri tecnici e sopralluoghi, constatata la complessità delle opere da realizzare e la necessità di chiusura al traffico per ragioni di sicurezza del tratto di via Cesare Battisti, sono state messe appunto, di concerto con Acquedotto Pugliese, tutte le misure utili a ridurre al minimo i tempi di realizzazione e i disagi ai modugnesi. Si tratta di lavori strategici per la nostra città”. Entro una decina di giorni sarà consentita la circolazione a senso di marcia alternato. Gli uffici dei Lavori Pubblici e della Polizia Locale hanno sollecitato l’azienda per sistemare una segnaletica ancora più efficace per meglio disciplinare e regolamentare la circolazione.“

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.