PSI MODUGNO SU CHIUSURA ZTL, ESIGENZA O PROMESSA ELETTORALE?

PSI MODUGNO SU CHIUSURA ZTL, ESIGENZA O PROMESSA ELETTORALE?

Il coordinatore Giovanni Lomoro: “Un infausto ritorno al passato”

L’ordinanza sulla chiusura della zona a traffico limitato sta facendo molto parlare e discutere. Anche il Psi Modugno si è espresso contro questa ordinanza, non spiegandosene le motivazioni.
“Proviamo una sincera amarezza nel constatare che una Amministrazione, la quale faceva leva sul giovanilismo e voglia di futuro, abbia deciso (seppur al momento solo per un mese) di sospendere una misura che, invece, esprime esattamente la civiltà del futuro – si legge nella nota ufficiale vergata dal partito modugnese – ormai quasi tutte le Città, specie quelle maggiormente attente alla valorizzazione del proprio patrimonio storico e sociale, siano dotate di ZTL e non intendono minimamente tornare indietro”.
Scene di parcheggi selvaggi, danni alla pavimentazione (chi li pagherà?), non certamente idonea al passaggio costante dei veicoli, sono quelle che il Psi vede nel futuro di quella che sarebbe dovuto diventare un fiore all’occhiello per la Città. Ma una riflessione particolare viene fatta sulle motivazioni dell’ordinanza.
“Facciamo fatica a comprendere le motivazioni che hanno portato il Sindaco a sospendere la predetta ZTL. – scrivono – Utilizzare una gravissima e delicata emergenza come il COVID-19 per rispondere, invece, ad una problematica economica di alcuni commercianti della zona ci sembra un tentativo ignobile per coprire, magari, una determinata promessa fatta in campagna elettorale. Al riguardo, speriamo di sbagliarci”.
L’augurio del Psi è che questa decisione sia effettivamente fino al 30 di aprile, oppure fino alla fine dell’emergenza. Ma sollevano dubbi. Se effettivamente si è trattato di una scelta provvisoria, non sarebbe stato meglio creare dei permessi invece di dare il liberi tutti alla circolazione? Inoltre perché alcuni negozianti, che osteggiavano la Ztl, inneggiano alle promesse elettorali mantenute e non viene smentita ufficialmente questa erronea convinzione? Le risposte a queste domande forse verranno date il 30 aprile, o alla fine dell’emergenza, quando si saprà se la Ztl verrà ripristinata. Per ora, per il Psi ma non solo, la “Nuova era” ha compiuto un passo indietro verso il passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.