FESTA DELLA LIBERAZIONE A MODUGNO. TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE

FESTA DELLA LIBERAZIONE A MODUGNO. TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE

Uno Yarn bombing in piazza Sedile, deposizione della corona al monumento ai caduti e il ricordo di Francesco Rezza

Il 25 Aprile tra innovazione e tradizione. Il circolo PD di Modugno, con l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (Anpi) e la Cgil-Spi, hanno portato l’innovazione con l’installazione di un Yarn bombing in pienissima piazza Sedile. Si tratta di una forma d’arte, nata nei primi anni ‘2000 negli Stati Uniti fatta di graffiti e che impiega esposizioni colorate di filati o di fibra a maglia o ad uncinetto. Creata da tutti i soci e dai volontari e volontarie, vuole simboleggiare la libertà nelle forme più semplici e più colorate. Successivamente le associazioni si sono spostate in via Rezza, per rendere omaggio a Francesco Rezza, un giovane modugnese torturato e ammazzato da alcuni paracadutisti fedeli alla Repubblica sociale italiana (Rsi).

Non poteva mancare la tradizione della deposizione della corona d’alloro ai piedi del monumento ai caduti cittadino, da parte delle istituzioni e alla presenza delle associazioni “Nastro Azzurro” e “Anpi”.

(Video girato e prodotto da Domenico Amenduni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.