UNA MODUGNO A DUE VELOCITÀ NEL 2026

UNA MODUGNO A DUE VELOCITÀ NEL 2026

Nuove fermate e più treni con il raddoppio per una mobilità più sostenibile

Modugno viaggerà a due velocità. Due nuove fermate per una vera metropolitana di superfice uniranno la città al capoluogo, passando da Villaggio dei Lavoratori, Bari Policlinico, Bari scalo, Bari Libertà e Bari centrale, tratte da tempo auspicate dai cittadini e dai tanti lavoratori che potranno prendere il treno per recarsi da casa a lavoro, o facilmente raggiungere il principale polo sanitario del barese. A dare notizia della bella novità per i viaggiatori che sceglieranno di lasciare la macchina a casa e spostarsi in maniera economica, comoda e green, le Ferrovie Appulo Lucane, che hanno pubblicato, sul loro sito, le gare per l’interramento del secondo binario a Modugno. L’intervento sarà finanziato con fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), e prevederà anche un raddoppio ferroviario di 4 chilometri tra Grumo e Toritto, finanziato tramite il Fondo di Sviluppo e Coesione. L’interramento di un secondo binario a Modugno sarà completato entro giugno 2026 per un costo di 23,5 milioni di euro a valere su un finanziamento del Pnrr complessivo di 25 milioni di euro, che prevede infatti anche il rinnovo del binario da Bari Centrale a Bari Scalo e la ristrutturazione della stazione di Altamura.

«Ci saranno corse dei treni cadenzate ogni 15 minuti – spiega l’assessore regionale ai Trasporti, Anita Maurodinoia – e nuove fermate che permetteranno di implementare l’offerta trasportistica in area metropolitana a tutto vantaggio della qualità della vita quotidiana dei pendolari».

Si prevedono tempi di realizzazione di circa due anni, per la tratta Grumo – Toritto e di circa 4 anni per il raddoppio modugnese, ma l’azienda di trasporti promette benefici enormi sull’aumento della sicurezza e della capacità ferroviaria. 

Soddisfatto il sindaco Nicola Bonasia, che ringrazia la Fal per l’impegno mantenuto.

«Siamo molto soddisfatti che si possa iniziare concretamente anche con questa nuova fase dei lavori – afferma – Come già raccontato più volte durante pubblici incontri e in occasione di diversi Consigli Comunali, con l’interramento del secondo binario e con la realizzazione del secondo stralcio dei lavori previsti da Fal la Città dì Modugno potrá disporre dì un sistema ferroviario all’avanguardia e, allo stesso tempo, di aree completamente riqualificate. Grazie a Fal per la sensibilità fin qui dimostrata nei confronti della città di Modugno e nell’impegno assunto verso i nostri concittadini».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.