DEGRADO AL CIMITERO. L’APPELLO DI UN CITTADINO

DEGRADO AL CIMITERO. L’APPELLO DI UN CITTADINO

Trova la tomba del padre coperta di erbacce: “Una vergogna”

L’estate è tempo di vacanze, ma i problemi non conoscono soste, soprattutto quelli che da tempo affliggono la città. La situazione indecorosa nella quale versa il cimitero di Modugno è una patata bollente che le varie amministrazioni si sono passate, nel corso del tempo, senza arrivare, al momento, ad una soluzione. A denunciare ancora una volta la necessità di occuparsi dello stato poco dignitoso del luogo dove i defunti dovrebbero riposare in pace un figlio che, ogni giorno, si reca sulla tomba del proprio padre.

«Passa il tempo ed è sempre peggio – racconta – mi sono recato sulla tomba di mio padre e ho visto, con grande dispiacere, lo stato in cui versa. Mi vergogno».

Uno spettacolo non degno di una città che sta puntando sul turismo e che vuole farsi conoscere. Il luogo di culto e di contemplazione del ricordo dei cari defunti presenta uno stato di manutenzione evidentemente carente. Asfalto raffazzonato e divelto, mura monumentali gravemente scrostate dall’umidità, solai privi di coibentazione con conseguenti infiltrazioni all’interno dei loculi ed esposizione delle strutture portanti in ferro. Una situazione che lascia sgomenti anche i parenti in lutto che frequentano il luogo di culto.

«La tomba di mio padre era invasa di erbacce – descrive il parente addolorato – sporco e zanzare. Una Città dovrebbe pensare anche ai defunti ed è proprio dal rispetto per chi non c’è più che si dovrebbe misurare in grado di civiltà di un popolo. Spero davvero che si possa porre presto rimedio a questa situazione a dir poco incresciosa».

Il tema del degrado del luogo sacro è stato oggetto di campagna elettorale e lo scorso anno il sindaco Nicola Bonasia aveva annunciato lo stanziamento di 600mila euro per far partire un nuovo cantiere per opere di ripristino e manutenzione dei loculi, realizzazione di un nuovo impianto elettrico, rimozione delle vecchie impermeabilizzazioni ormai datate a cui seguirà una pulizia e una nuova impermeabilizzazione in resina. Una prima fase alla quale seguirà una ancora più strutturale, per un completo restyling di tutta l’area, a partire dalla realizzazione di una nuova pavimentazione. Ma attualmente le foto scattate raccontano uno stato diverso. Contattato il sindaco, attraverso mail e canali social, nonché gli uffici preposti, nello specifico il servizio lavori pubblici, sezione servizi cimiteriali, non abbiamo ricevuto al momento risposta, che provvederemo a pubblicare non appena ci verrà fornita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.