PARCO DELL’EX CEMENTERIA. ECCO COME SARÀ IL NUOVO POLMONE VERDE

PARCO DELL’EX CEMENTERIA. ECCO COME SARÀ IL NUOVO POLMONE VERDE

A buon punto i lavori. Pronto per il 2023

Parco dell’ex cementeria di Modugno, al via i lavori per la riqualificazione dell’area destinata alle famiglie. Il maxiprogetto, che ha compreso anche un grosso finanziamento dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) di 5,6 milioni di euro, sarà pronto per il 2023 e sarà, come promette il primo cittadino Nicola Bonasia, un unicum per quanto riguarda la riqualificazione delle ex cave dismesse. I cantieri, che riguardano il nuovo parco cittadino, sono molteplici. Al 50% i lavori per la costruzione della pista ciclabile, che costeggerà tutta l’area e che ricalcherà proprio quella strada che gli operai dell’ex cementeria percorrevano per recarsi al lavoro. Anche il cancello di ingresso sarà lo stesso che gli operai varcavano; un modo per ricordare il passato e guardare al futuro di quello che si prospetta essere uno dei più bei salotti buoni della città. Sulla stessa verranno anche installati dei pannelli turistici per descrivere le bellezze del luogo e le biodiversità. Sono stati avviati gli interventi per la creazione delle aree pic-nic che saranno fruibili alle famiglie e ai tanti che frequenteranno le aree fitness e di sgambamento cani delle quali il parco sarà dotata. La settimana prossima, invece, sarà la volta del cantiere per l’installazione del parco fotovoltaico, che permetterà la produzione di energia pulita e rinnovabile. Anche i lavori di messa in sicurezza dell’area sono a metà del loro completamento, con la costruzione di rampe di accesso verso le zone che saranno a fruizione pubblica e la piantumazione degli alberi per le aree ad ombra.

«Si tratta di una bellissima collaborazione tra pubblico e privato – afferma il primo cittadino Nicola Bonasia – raccogliamo i frutti di un duro lavoro. Contiamo di consegnarlo alla città e renderlo fruibile entro il 2023. Nella fase immediatamente successiva, invece, sarà dato avvio alla progettazione esecutiva e poi alla realizzazione delle ulteriori opere previste dal bando del Pnrr con il finanziamento ottenuto di 5,6 milioni di euro: piste per attività atletiche e ciclabili, area di sgambamento cani, opere di ingegneria naturalistica per preservare la caratterizzazione dei luoghi, depaving e deimpermeabilizzazione, panchine ed elementi di arredo, area concerti. Sarà il polmone verde della nostra città».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.