MERCATO COPERTO. VARCHI APERTI E NESSUN CONTROLLO

MERCATO COPERTO. VARCHI APERTI E NESSUN CONTROLLO

La segnalazione di alcuni utenti. I’assessore Lopez: “Sono stati forzati i lucchetti, ma abbiamo comunque gestito gli assembramenti”

Questa mattina, al mercato coperto di Modugno, era come se il Covid 19 non ci fosse più. È la segnalazione/amara sorpresa di alcuni cittadini recatisi recati al mercato coperto per fare spese. Questo perché, una volta arrivati, si sono chiesti dove fossero i controlli che avrebbero dovuto garantire distanziamento, la misurazione di temperatura, contingentamento degli ingressi per tutelare la salute dei venditori e degli acquirenti. Bene. Secondo le loro segnalazioni pervenuteci, (con tanto di foto scattate in due momenti diversi, alle 9 e alle 11), non c’erano. I quattro varchi di accesso all’area erano tutti aperti, permettendo l’ingresso e l’uscita incontrollati da ognuno di essi. Le file di passaggio tra una bancarella e l’altra strette e anguste, disordine e assembramenti di persone ammassate. ”In un periodo come questo, in cui la pandemia è ancora nel pieno, la campagna di vaccinazione agli inizi e la Puglia rimane in zona arancione, luoghi a rischio come il mercato dovrebbero essere sempre contingentati e sottoposti a controllo – afferma uno dei testimoni – ma non è quello che abbiamo visto questa mattina”. “Un piccolo capanello di volontari – prosegue – è vicino a una delle entrate, ma non alle uscite e non all’interno del mercato. Dentro vige il disordine e spesso i clienti si ammassano gli uni sugli altri”. Da tempo quello del presidio al mercato coperto è un problema attenzionato dalle varie forze politiche, tra le quali il Psi che ha fatto numerose riflessioni in merito.
Le segnalazioni sono arrivate anche a palazzo Santa Croce, e in particolare all’assessore alle Attività Produttive Antonio Lopez. “Per la quarta volta in pochi mesi – spiega l’accaduto – i lucchetti di chiusura dei cancelli di perimetrazione dell’area mercatale sono stati forzati e resi non più idonei all’ utilizzo. Arrivati sul posto, coordinandoci con gli operatori della protezione civile e della polizia municipale, abbiamo comunque soddisfatto le esigenze di contingentamento rispetto all’affluenza, dando disposizione di risolvere l’ inconveniente per i giorni a seguire”.
“L’ area mercatale è in fase di riorganizzazione – prosegue – con i lavori di sostituzione della struttura di copertura ormai prossimi, che avranno luogo presumibilmente dalla seconda metà di febbraio. Questa fase di riorganizzazione porterà anche a una migliore gestione del rischio assembramento negli spazi interni. Con l’occasione dei lavori ridefiniremo sia l’area di esposizione della merce, in termini di riduzione dello spazio occupato nell’area esterna dei box, sia i percorsi all’interno, che diventeranno obbligati, con sorveglianza fissa di unità della polizia locale, per evitare che la conformazione attuale crei affollamenti in alcuni punti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.