IL 10 FEBBRAIO A MODUGNO. GIORNATA DEL RICORDO. PER NON DIMENTICARE I MARTIRI DELLE FOIBE

IL 10 FEBBRAIO A MODUGNO. GIORNATA DEL RICORDO. PER NON DIMENTICARE I MARTIRI DELLE FOIBE

Deposizione di una corona di alloro e Cisternone illuminato di rosso per l’occasione

Il 10 gennaio si ricorda una delle pagine più oscure della storia umana. La Giornata, serve a conservare e a rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Questa mattina, al parco delle Foibe di Modugno, il sindaco Nicola Bonasia, con alcuni rappresentanti del Comitato “10 Febbraio”, hanno deposto una corona di alloro all’ingresso del Parco Martiri delle Foibe, per celebrare il Giorno del Ricordo.

“Non dobbiamo e non possiamo dimenticare la violenza e le stragi che gli uomini hanno patito nel corso della storia – scrive il primo cittadino sulla sua pagina Facebook –  È nostro dovere morale ricordarle affinché non si ripetano più. Si tratta di una triste pagina della nostra storia nazionale che non va assolutamente messa da parte. Di fronte alla malvagità dell’uomo non ci sono colori politici o ideologie che tengano”.

La stessa corona di alloro è stata utilizzata anche domenica scorsa, durante una cerimonia privata che il Comitato “10 Febbraio” ha voluto dedicare al giorno del ricordo. La scelta di commemorare in forma non pubblica, in anticipo e senza il coinvolgimento alcuno di Autorità ed Associazioni, questa giornata da parte del Comitato è dovuta all’intenzione di non voler essere artefici di assembramenti contrari al nuovo Dpcm e alla scelta di un giorno festivo per permettere ai partecipanti e membri del comitato di esserci al di là degli impegni lavorativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.