CENTRI TERRITORIALI PRONTI, MA SENZA VACCINI

CENTRI TERRITORIALI PRONTI, MA SENZA VACCINI

I sindaci di Modugno, Bitetto e Bitritto: “Vogliamo delle risposte”

Chiedono risposte a gran voce i sindaci di Modugno, Bitetto e Bitritto. Il quesito, rivolto all’Asl, riguarda la mancanza dei vaccini. Già perché in questi tre comuni sarebbero già pronti per partire tre centri per la vaccinazione, ma senza la materia prima. I vaccini, infatti, non sarebbero arrivati per dare, di fatto, il via ai nuovi poli di vaccinazione. Per questo motivo i sindaci Nicola Bonasia, Fiorenza Pascazio e Giuseppe Giulitto hanno scritto congiuntamente una missiva all’indirizzo dell’Asl territoriale
“Sin dall’inizio di questa pandemia abbiamo sempre dimostrato spirito collaborativo – si legge nella lettera – Dopo l’autorizzazione che la direzione generale dell’Asl ci ha concesso, abbiamo allestito dei centri vaccinali, in stretta collaborazione con i medici di famiglia. Ma i vaccini non sono mai arrivati perché quei centri potessero funzionare”.
Neanche i medici di base, fanno sapere, stanno ricevendo le dosi che sarebbero dovute essere destinate ai pazienti più fragili.
“Assieme ai medici ci chiediamo come sia possibile assistere ad una situazione di questo tipo – quando in altri Hub vaccinali persone più giovani vengono vaccinate con Pfizer e Modera”.
La richiesta è di non rendere inutili i centri, appositamente messi a disposizione dai Comuni.
“Chiediamo con forza alle attività sanitarie regionali delle risposte concrete e certe sull’approvvigionamento – concludono – al fine di non vanificare gli sforzi fatti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.