PUGLIA VERSO LA ZONA GIALLA, DATI IN MIGLIORAMENTO

PUGLIA VERSO LA ZONA GIALLA, DATI IN MIGLIORAMENTO

Curva dei contagi in discesa da quattro settimane

La Puglia il prossimo 10 maggio potrebbe passare in zona gialla, ma la certezza si avrà con la comunicazione ufficiale da parte del Ministero della Salute. I numeri, però, sono in miglioramento e la diminuzione dei casi complessivi si conferma per la quarta settimana consecutiva. “L’incidenza è diminuita – ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco -: in tutte le province, in questo momento, siamo al di sotto di quella che era la soglia di allerta di 250 su 100mila abitanti”. Anche il tasso di occupazione dei posti letto in Puglia “si sta avvicinando alla soglia del 30% per le terapie intensive e del 40% per i posti in bassa intensità di cura. E l’Rt è sotto l’1. Quindi diciamo tutti gli indici epidemiologici si stanno dirigendo in una situazione di rischio sempre più bassa”, ha aggiunto Lopalco. Ciò che preoccupa “è il segnale che eventualmente una zona gialla può dare alla popolazione. Ricordiamocelo – ha detto l’assessore -: zona gialla non vuol dire liberi tutti. In questo momento ci sono ancora tante persone in ospedale, ci sono ancora in circolazione tante persone positive, portatori del virus, magari anche asintomatiche”. Quindi, “dobbiamo continuare ad avere gli stessi livelli precauzioni che abbiamo avuto nei giorni scorsi, a prescindere da quella che poi sarà la classificazione del rischio da parte del Ministero”

I DATI NEL TERRITORIO PROVINCIALE DI BARI

La curva dei nuovi contagi nel territorio provinciale di Bari è in fase discendente: la diminuzione dei casi complessivi si conferma per la quarta settimana consecutiva. Nel periodo 26 aprile-2 maggio le nuove positività sono scese a 1.800 casi (a fronte dei 2833 della scorsa settimana), con un tasso settimanale per 100mila abitanti diminuito sino a quota 146,3. La città di Bari, in particolare, nell’ultima settimana ha visto dimezzarsi sia il numero di nuovi casi (347) sia, conseguentemente, il tasso per 100mila abitanti ridotto a 110,1. Scendono anche i contagi di Altamura (206, con un tasso di 294,4) e quelli di Ruvo di Puglia (120), anche se resta alto il tasso per 100mila abitanti, a 481,6. Tassi ancora alti anche a Terlizzi (388,4), Santeramo in Colle (358,7), Gravina (342,5) e Corato (340,7). Sul fronte della campagna vaccinale, invece, al 6 maggio risultano complessivamente somministrati nei centri vaccinali del territorio provinciale oltre 492 mila vaccini, con una copertura vaccinale assicurata con almeno la prima dose al 28% della popolazione residente. Ottime le percentuali di copertura vaccinale raggiunte per le categorie prioritarie: l’86% degli ultraottantenni è stato immunizzato con la prima dose e il 67% anche con la seconda, mentre nella fascia d’età 79-70 anni l’81% ha già ricevuto una dose di vaccino e, tra i 60-69enni, il 45%. Risultati ottenuti grazie alla accelerazione dell’ultima settimana, in cui sono state eseguite più di 78mila vaccinazioni. Le città della provincia che hanno più vaccinati risultano essere Bari con 137.775 vaccinati totali, Molfetta con 21.619 e Monopoli con 20.050

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.