PUGLIA TRA LE REGIONI INTERESSATE DALLA CADUTA DEL RAZZO CINESE “LUNGA MARCIA 5B”

PUGLIA TRA LE REGIONI INTERESSATE DALLA CADUTA DEL RAZZO CINESE “LUNGA MARCIA 5B”

Bassa la probabilità che cada su un centro abitato

È alto 30 metri e pesa 18 tonnellate. Il razzo cinese “Lunga Marcia 5 B” è il più potente dei vettori cinesi ed è stato utilizzato per portare un grande e pesante modulo abitativo, 22,5 tonnellate, di quella che sarà la terza stazione spaziale cinese, il Palazzo Celeste. Partito venerdì 7 è però sfuggito al controllo nella fase del ritorno. Dopo aver portato con successo il modulo a destinazione, il razzo Non avendo raggiunto un’orbita stabile, sta perdendo energia  e, verso i 100 chilometri da terra, inizierà ad avere l’impatto con l’atmosfera che, per quanto estremamente rarefatta, inizierà a frenarlo e contemporaneamente a riscaldarlo.

Se il riscaldamento sarà elevato, i 30 metri del razzo cinese svaniranno in tanti piccoli e inoffensivi pezzi.

Al momento la previsione di rientro sulla terra del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” è fissata per le ore 02:24 ore locali del 9 maggio, con una finestra temporale di incertezza di più o meno 6 ore. All’interno di questo arco temporale sono tre le traiettorie che potrebbero coinvolgere l’Italia che, in totale, interessano porzioni di 9 regioni del centro-sud, ovvero Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

“Le previsioni di rientro – sottolinea il capo dipartimento comitato operativo della Protezione civile Fabrizio Curcio – saranno soggette a continui aggiornamenti perché legate al comportamento del vettore spaziale stesso e agli effetti che la densità atmosferica imprime agli oggetti in caduta, nonché a quelli legati all’attività solare”.

La Protezione civile è in allerta e le rotte del razzo sono in costante controllo. Molto probabilmente i detriti cadranno in mare ed è bassissima la possibilità che cadano su centri abitati.

Questo non sarà l’unico lancio da parte dei cinesi. Sono previsti, infatti, Altri due lanci con lo stesso razzo vettore sono previsti nei prossimi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.