PALAZZO DELLA CULTURA. TERMINE DEI LAVORI IL 9 AGOSTO

PALAZZO DELLA CULTURA. TERMINE DEI LAVORI IL 9 AGOSTO

Pe la richiesta dell’apertura aule lettura alla Francesco D’Assisi si rimanda a fine dell’anno scolastico

I ragazzi modugnesi dovranno aspettare il termine dell’anno scolastico per usufruire di spazi lettura. L’interrogazione, a firma del Movimento Nuove Frontiere e del Pd che richiedeva la riapertura di spazi studio (Per approfondimenti clicca qui I GIOVANI MODUGNESI HANNO BISOGNO DI SPAZI STUDIO. RIAPRIAMO LE AULE DELLA SAN FRANCESCO – (cardonews.it), data l’attenuarsi della situazione Covid, è stata dibattuta ieri in Consiglio comunale ottenendo un parziale assenso. L’Assessore all’Istruzione e politiche giovanili Antonio Alfonsi ha infatti rimandato al termine dell’attività scolastica la riapertura delle aule della Francesco D’assisi. Aule designate a temporanea sostituzione del Palazzo della cultura, ancora in fase di restauro. La necessità di attendere, ha fatto sapere l’assessore, è dovuta al parere negativo dato dal responsabile di protezione e prevenzione del Comune durante un sopralluogo. Questi ha fatto notare che l’accesso alle aule è attualmente sottoposto al protocollo scolastico anti-covid, che non prevede accessi al di fuori degli studenti e del personale docente.

Se per le aule gli studenti modugnesi dovranno attendere l’11 giugno, c’è finalmente una data per la fine dei lavori del palazzo della Cultura. A tracciare il cronoprogramma dei lavori il vice-sindaco Beppe Montebruno che ha sancito per il 24 giugno la chiusura del cantiere e il 9 agosto il termine dell’allestimento di arredi e altro che non sia legato alle migliorie strutturali.

La speranza, del consigliere di minoranza Fabrizio Cramarossa ma anche di tutti gli studenti, è che le scadenze vengano rispettate e che anche l’ex palazzo della direzione, Palazzo La Corte, che attualmente ospita temporaneamente alcuni uffici pubblici, tra i quali quelli del Primo cittadino, possa presto essere liberato e tornare alla sua destinazione museale originale. Questo auspicio è però legato alla conclusione dell’annosa questione del palazzo del tribunale, tutt’ora irrisolta, che permetterebbe lo spostamento degli uffici e l’istituzione, nel palazzo La Corte, di aule studio e , magari, il passaggio dell’intero archivio storico modugnese, attualmente ospitato presso l’archivio storico di Bari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.