LA STORIA DI MODUGNO PROTAGONISTA DI UN CORTOMETRAGGIO

LA STORIA DI MODUGNO PROTAGONISTA DI UN CORTOMETRAGGIO

Daniele Latorre, giovane videomaker, porta in scena l’Assedio del 10 marzo 1799

Un pezzo di storia di Modugno diventerà un cortometraggio. L’idea è di un giovanissimo videomaker, Daniele Latorre, 21 anni, che ha scelto il tema del Millennio Modugnese per il suo progetto di esame. Iscritto all’accademia delle Belle Arti, da sempre appassionato di cinematografia, ha deciso di raccontare l’assedio del 10 Marzo del 1799, quando Modugno, sotto attacco dai carbonaresi e dall’esercito Sanfedista guidato dal generale Soria. Dopo una strenua resistenza, il popolo viene salvato da un miracolo. Si narra infatti che la Madonna Addolorata sia apparsa per salvare la città e far retrocedere gli aggressori. Alla base del progetto c’è una lunga ricerca filologica e delle fonti, avvenuta grazie all’aiuto del professor Raffaele Macina e dell’archeologo Vincenzo Calderone.
Al film parteciperanno anche attori professionisti come Renzo Deandri, Francesco Iacobellis, Nico Siciliano, Antonio DeLeonardis, Melina Spano, Antonio Sforza, Eusebio Pizzone, Vincenzo Cataldo, Ivan De Carlo, Carlo Falba. Ma non mancheranno anche gli attori emergenti modugnesi, come Vincenzo Calderone, Davide Piccolo, Francesco Sciacqua, ed altri ancora.
Sono più di quaranta, tra attori e troupe, coloro che si dedicheranno a far rivivere sul grande schermo questa parte di tradizione Modugnese. A Daniele Latorre, regista, si affiancheranno Enzo Angelini, Gianfranco Cassano, Giuseppe Latorre, Alisia Latorre e Viviana Miccolis.
“Abbiamo scelto il tema del Millennio Modugnese e in particolare dell’assedio del X marzo, per raccontare una storia che tutti sanno, ma che ciascuno conosce in maniera diversa – spiega Latorre – è una vicenda interessante, tipica della nostra terra, che parla di unione, coraggio e appartenenza. Crediamo in questo progetto e vogliamo portarlo anche in concorsi di cortometraggi nazionali ed internazionali”.
Sabato 26 la troupe girerà a Balsignano, dalle 8.30 alle 16:00. Il set è blindato, ma è aperto a tutti coloro che vogliono partecipare come comparse. Per prenotarsi bisogna contattare l’email: danielelatorre999@gmail.com.
“Siamo alla ricerca di comparse per interpretare la folla di contadini – fa sapere – chiunque può venire a divertirsi con noi, l’importante è che si vesta come un contadino del ‘700. Sono in molti i giovani, modugnesi e non, che hanno deciso di collaborare con noi, ma c’è ancora possibilità di partecipare”.
Il film è a budget zero, ma ovviamente ci sono dei costi che la giovane troupe sta sostenendo. Per questo sono alla ricerca di finanziatori e sponsor che possano aiutarli a portare avanti questo sogno.
“Vogliamo ringraziare il comune di Modugno e il comune di Bari per averci offerto le location per girare il cortometraggio – afferma il giovane regista – indispensabile anche l’associazione culturale ”l’Accademia della Battaglia”, per averci fornito i costumi. Il nostro è un progetto ambizioso, ma in cui crediamo molto. Ci auguriamo che ci sia chi si innamori del nostro lavoro così come lo siamo noi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.