“KASTRUM MEDUNEI”, L’EVENTO CHE HA FATTO RIVIVERE IL MEDIOEVO A MODUGNO

“KASTRUM MEDUNEI”, L’EVENTO CHE HA FATTO RIVIVERE IL MEDIOEVO A MODUGNO

Una due giorni tra musica, spettacoli e antichi mestieri

Si chiude con lo spettacolo di giocoleria e mangiafuoco l’iniziativa “Kastrum Medunei”, l’evento, che ha riportato il centro di Modugno indietro nel tempo al Medioevo.
Il perchè del nome Kastrum e non Locus per l’evento che vuole celebrare il Millennio Modugnese è da ritrovarsi nella storia. Modugno infatti, nel più antico documento notarile che ne fa riferimento, è definita con il termine latino Locus ma, dopo l’arrivo dei normanni che seguirono i Bizantini, la città venne fortificata e, a partire dal XII secolo, venne denominata Castrum o Castellum Medunei.

Nonostante fosse alla sua prima edizione, la manifestazione ha riscosso un buon successo di pubblico. In un weekend interamente dedicato alla storia, i visitatori provenienti anche da fuori città hanno potuto curiosare tra botteghe artigiane, accampamenti militari, osterie e banchetti per la produzione delle armature in cotta di maglia.
I rievocatori del gruppo Historia hanno spiegato agli avventori come ci si curava nel medievo, come si tramandava la scrittura dei testi sacri e come ci si intratteneva con giochi e combattimenti.

A condire il tutto, in un centro storico allestito per l’occasione con drappi gialli e blu, un’area spettacolo, piazza delle Monacelle, dove si sono susseguiti spettacoli di falconeria con i rapaci del falconiere Angelo Emilio Bergamotti, i musici “Odor Rosae Musices”, che da anni eseguono musica medioevale accompagnati da strumenti fatti a mano, combattimenti con armature medioevali con i “Cavalieri de li terre Tarentine” e “Milites Federici II”. Ampio spazio al divertimento con i giullari dell’associazione Farandula e il mangiafuoco modugnese Domenico Pizzutilo, in arte Teodoro. L’appuntamento con il Kastrum Medunei è al prossimo anno, così come promesso dall’amministrazione comunale che ha definito l’iniziativa un evento da ripetere.

(Video girato e prodotto da Domenico Amenduni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.