VANDALIZZATO L’ALLESTIMENTO NATALIZIO DEL PARCHETTO DELLA LEGALITÀ

VANDALIZZATO L’ALLESTIMENTO NATALIZIO DEL PARCHETTO DELLA LEGALITÀ

La denuncia delle volontarie sui social che annunciano: “Non ci fermeremo”!

Non si è fatto in tempo ad inaugurarlo, pubblicizzarlo ed apprezzarlo, che qualcuno ha pensato bene di vandalizzare il lavoro delle volontarie del Quartiere Cecilia.

Qualche giorno fa alcune residenti del quartiere più periferico di Modugno hanno deciso di rimboccarsi le maniche e allestire, con le proprie forze e grazie alla solidarietà della comunità, un parchetto a tema villaggio di Babbo Natale. Un’iniziativa molto sentita e condivisa, che ha portato un po’ di atmosfera natalizia nel quartiere, ma che non ha fermato chi non rispetta questi gesti. Accade, infatti, che a pochi giorni dall’istituzione, e inaugurazione, dell’abbellimento, ignoti abbiamo trafugato alcuni degli addobbi. Il presepe fatto a mano, che occupava il centro del parchetto, è stato distrutto e i pupazzi delle befane, che adornavano gli alberi, rubati. Un nome, quello del parco, che vorrebbe incentivare le buone pratiche, come quelle delle residenti, ma che non è stato esente da azioni completamente contrarie. Tanta l’amarezza per le residenti, che con buona volontà, avevano voluto regalare ai più piccoli del quartiere più periferico della città un posto dove sognare e intrattenersi con i simboli del Natale.

«Ci teniamo a ringraziare – scrivono le volontarie su un noto gruppo Facebook dedicato al Quartiere – chiunque abbia pensato bene di distruggere il presepe e rubare le befane. Inutile definire il colpevole, grande o piccolo che sia, ma questo non ci fermerà». Per il giorno dell’epifania, infatti, le caparbie signore stanno organizzando un altro evento, con distribuzione dei dolci, per dimostrare che, nonostante tutto, nulla può fermare le buone azioni, se c’è chi ci crede ancora.

Per approfondimenti leggi anche:

IL PARCO DELLA LEGALITÀ DIVENTA UN VILLAGGIO DI NATALE – (cardonews.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.