ARRESTATO PICCOLO SPACCIATORE NEL BARESE

ARRESTATO PICCOLO SPACCIATORE NEL BARESE

Sulla rubrica dei clienti ci sarebbero nomi illustri della “Modugno bene”

È stato arrestato nel barese un piccolo spacciatore locale. Gli inquirenti l’hanno fermato nell’atto di vendere stupefacenti. Al vaglio di questi ultimi, però, ci sarebbe il cellulare dello spacciatore che, secondo alcune indiscrezioni, conterrebbe qualche nome dei clienti. Tra questi spiccherebbero persino alcuni esponenti della “Modugno bene”. Le indagini sono tutt’ora in corso.

Questo arresto si aggiunge agli altri che le forze dell’ordine hanno svolto sul territorio negli ultimi mesi. È il segno che la nostra città potrebbe essere una piazza proficua per la vendita delle sostanze illegali? Difficile dirlo con certezza, ma resta il fatto che qualche settimana fa, A fine dicembre, i carabinieri hanno arrestato un 44enne pregiudicato che, tra i vicoli del centro storico, spacciava droga spostandosi con una bici elettrica. Al momento del fermo il pregiudicato aveva dieci dosi, contenenti cocaina, marijuana e hashish. A novembre, invece, un 22enne modugnese, sottoposto ad obbligo di dimora, è stato fermato in possesso di un grammo di hashish e 405 euro, in banconote di piccolo taglio, sicuramente frutto dell’attività di spaccio.

Tutte operazioni che, comunque, stanno a testimoniare come il mercato della droga e delle sostanze stupefacenti non conosce sosta neanche dinanzi alla pandemia che stiamo vivendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.