GRAVE INCIDENTE STRADALE NEL VARESOTTO.  MUORE 32ENNE MODUGNESE

GRAVE INCIDENTE STRADALE NEL VARESOTTO. MUORE 32ENNE MODUGNESE

Si era trasferito da un mese per insegnare musica. Il ricordo di chi l’ha conosciuto

Si stava recando al lavoro Rocco Caporusso, il 32enne di Modugno insegnante di musica che, questa mattina, è stato coinvolto in un grave incidente stradale. Insegnava a Germodio, un paesino nel Varesotto. Aveva da un mese avuto un incarico come insegnante di musica alla medie. Mentre era in auto per raggiungere la scuola è stato colto da un malore improvviso che gli ha fatto perdere il controllo dell’auto e uscire fuori strada, terminando contro il muro esterno di un’abitazione. I sanitari hanno provato lungamente a rianimarlo sia sul posto sia all’ospedale di Cittiglio, ma le sue condizioni erano apparse disperate sin dal primo istante e non è stato possibile fare altro se non constatarne la morte, dovuta con ogni probabilità più al malore che all’impatto subito. Il giovane modugnese è stato molto attivo nel panorama culturale e politico locale. Ha militato nel Psi e si era anche candidato con il candidato sindaco magroniano Pierino Losole. Suonava il trombone e aveva una grande passione per la musica. Chi l’ha conosciuto lo ha definito un ragazzo molto intelligente e pieno di interessi. Chi gli è stato piú vicino lo ricorda come un ragazzo appassionato della sua città e fermo nei suoi ideali. L’ex assessore all’ambiente Tina Luciano, che ha condiviso con lui militanza e credono politico, ha così commentato la notizia: ” Sono sbigottita e addolorata perché le anime belle non dovrebbero andarsene, mai”.

Molto addolorato anche il Coordinatore del Psi Giovanni Lomoro che lo definisce un ragazzo forte che ha saputo apprezzare e capire il vero senso della vita.

“Rocco era un ragazzo che ci invitava sempre a riflettere e ad andare oltre – racconta- molto intelligente, profondo e legato ai valori veri della vita. Aveva una grandissima positività e forza che ci contagiava tutti. Siamo molto addolorati. Un ragazzo che ha vinto tante battaglie e non dimenticheremo mai per i suoi insegnamenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.