LA PUGLIA RIMANE IN ZONA ROSSA

LA PUGLIA RIMANE IN ZONA ROSSA

Niente cambio di colore dal 12 aprile

In virtù dei dati rilevati, l’ordinanza di oggi del ministro della Salute, Roberto Speranza, lascia in zona rossa da lunedì 12 aprile la Puglia, la Campania e la Valle d’Aosta. Con loro, anche la Sardegna. E pensare che fino a qualche settimana fa era un’isola felice, l’unica zona bianca d’Italia.
Misure meno stringenti, perché tornano in zona arancione, per Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Calabria e Toscana. Si aggiungeranno lunedì alle altre Regioni che già si trovavano in questa fascia, ovvero Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sicilia, Umbria, Veneto e le province autonome di Bolzano e Trento. Quanto alla Sicilia, però, e considerando gli ultimi dati, c’è da segnalare che da domenica 11 aprile l’intera provincia di Palermo entrerà in zona rossa, come disposto dal governatore Nello Musumeci con un’ordinanza firmata oggi.

L’incidenza del Covid in Italia sta comunque calando. Secondo il report settimanale, presentato questa mattina dall’Istituto superiore di sanità, nei sette giorni sono stati registrati in media 185 nuovi casi per ogni 100mila abitanti, mentre l’indice di trasmissibilità del virus, l’ormai famoso indice Rt, è a 0,92 contro lo 0,96 di venerdì scorso. È vero che il periodo monitorato comprendeva anche Pasqua e Pasquetta e che in quei due giorni sono stati fatti meno tamponi. Ma è anche vero – così dicono gli esperti – che le misure di contrasto al Covid hanno dato i loro frutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.