SFIDA I CARABINIERI A CHIAMARE I CINOFILI PER TROVARE  DROGA NASCOSTA: SMASCHERATO DA ZILO

SFIDA I CARABINIERI A CHIAMARE I CINOFILI PER TROVARE DROGA NASCOSTA: SMASCHERATO DA ZILO

Un 33enne modugnese arrestato

Credeva di essere furbo e di farla franca, ma il pastore tedesco Zilo ha avuto un fiuto infallibile.
È stato arrestato dai Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Modugno M.N. 33enne, già noto alle forze dell’ordine per i reati di possesso e spaccio di stupefacenti. Nonostante fosse già in regime di semi libertà, ha continuato a delinquere cercando di farla franca nascondendo la droga in un manichino di allenamento per la boxe. Gli inquirenti l’hanno colto di sorpresa mentre faceva rientro nella sua abitazione e hanno avviato la perquisizione. Il 33enne ha adottato un atteggiamento sicuro e collaborativo, tanto da invitare gli inquirenti a chiamare i cinofili perché non aveva nulla da nascondere. I carabinieri hanno colto l’invito facendo arrivare sul posto Zilo, cane molecolare di lungo corso. Una volta in casa il poliziotto a quattro zampe non ha avuto dubbi e ha subito segnalato qualcosa nel manichino da allenamento. Una volta aperto sono stati ritrovati ben 18 grammi di hashish già frazionato in 14 dosi. La sostanza era stata sapientemente avvolta in apposite bustine auto sigillanti, ben chiuse con del nastro isolante nero. Le stesse buste e nastro isolante nero sono state rinvenute in casa. Grazie all’infallibile fiuto di Zilo e al lavoro degli inquirenti sono scattate le manette ai polsi del 33enne con l’obbligo di presentarsi quotidianamente alla Polizia Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.