L’ANPI RITORNA A MODUGNO

L’ANPI RITORNA A MODUGNO

Una campagna contro tutte le forme di intolleranza a neofascismo. Ospiti del circolo PD Modugno in attesa di una nuova sede

Dopo molti anni di assenza sul territorio, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) ritorna a Modugno. Lo fa con una iniziativa di divulgazione e tesseramento ospitata dal circolo PD locale. Perchè oggi è importante non dimenticarsi di parole come partigiano, fascismo e antifascismo? L’abbiamo chiesto al vicepresidente dell’Anpi cittadino Anna Lepore e al vicesegretario del PD Modugno Danny Pascazio.

«Con la parola fascismo – fa sapere Anna Lepore – non si intende solo l’immagine di camicia nera, saluto romano e parate militari, ma tutti quegli atteggiamenti di discriminazione e intolleranza”. Molti i giovani interessati a tutto ciò che concerne resistenza e partigianeria. Questo perché la conoscenza può essere tradotta in azioni concrete».

«È fondamentale parlare ai giovani del ruolo dei partigiani – spiega il giovane vicesegretario del PD Modugno Danny Pascazio – perché è grazie a loro se oggi possiamo votare ed esprimere le nostre opinioni. Siamo onorati di aver ospitato questa campagna perché il PD sarà sempre la casa di chi lotta per i diritti e la libertà».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.