PRESUNTA PERDITA FONDI SCUOLA PNRR. SI RIMANDA AL PROSSIMO CONSIGLIO COMUNALE

PRESUNTA PERDITA FONDI SCUOLA PNRR. SI RIMANDA AL PROSSIMO CONSIGLIO COMUNALE

Non c’è accordo sulla trattazione del punto

Non sono mancate polemiche, diverbi e scintille nel Consiglio comunale ma, viste le tematiche che dovevano essere affrontate, c’era da aspettarselo. Tanti gli argomenti affrontati, partendo dall’istituzione del garante dei diritti dei disabili fino ad arrivare alla proposta di intitolazione di una strada a Vittorio Arrigoni, figura di pace. Sono stati due, però, gli argomenti spinosi che hanno animato l’assemblea. La discussione sul primo di questi argomenti, la presunta perdita di fondi Pnrr per la scuola, è sfociata in un nulla di fatto. Il punto faceva parte di un’interrogazione, presentata da alcuni consiglieri di minoranza, riguardante un dubbio su ben 11 progetti su 12, per mense scolastiche e ammodernamenti, che sarebbero stati bocciati, per le scuole Collodi, Gandhi e Dante Alighieri. La bocciatura sarebbe stata causata dalla mancanza di documenti, errata presentazione delle progettazioni e non valutabilità degli stessi. La bagarre, come già sottolineato qualche settimana fa, è iniziata sui social, con un pesante botta e risposta tra Partito democratico e Partito socialista e il vicesindaco Giuseppe Montebruno ed è stata poi trasferita alla massima assise cittadina dove, però non ha avuto maggiore fortuna. Perché? Prima c’è stata la bocciatura, da parte della maggioranza, di derogare per la trattazione il limite dell’ora, sancita dal Regolamento, proposta dal capogruppo Pd Vito Silvestri. Poi il ritiro di tutte le interrogazioni, da parte sempre dei firmatari, per dare maggiore spazio al tema, proposta accolta con un’altra bocciatura. Si rimanda quindi, probabilmente con un monotematico, alla prossima convocazione, per cercare di chiarire una volta per tutte se la città abbia, o meno, perso i fondi per negligenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.